Quanto ti amo.

Arrabbiarsi senza smettere d'amare

Ho trovato questa foto su internet (http://sphotos-g.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/487832_10151572155212154_2074792815_n.jpg) e me ne sono innamorata. Mi ha colpito, mi ha emozionato.

Un amore probabilmente di una vita, che continua a essere vero e autentico, con il conflitto come pane che nutre, la rabbia che si manifesta chiara, e l’affetto gentile e protettivo che ne caratterizza il senso e la grandezza.

Io ci ho visto questo, e ci ho visto anche tante relazioni bistrattate da chi il conflitto non ha saputo viverlo e ne è uscito preferendo la strada più rapida e subdola della violenza. Ci ho visto tante donne che, credendo a un ideale di amore, si sono perse, scambiando il proprio marito con il carnefice della loro libertà. Ci ho visto tanti maschi codardi che per un vantaggio personale forte sono disponibili a rendere la propria compagna un oggetto sottomesso al loro completo servizio.

Ma ci ho visto anche tanti, tantissimi uomini e donne che il loro amore lo difendono coi denti, a costo di aprire squarci nelle loro anime, per capire, farsi capire e richiudere insieme quelle aperture cucendole unite e facendovi l’amore dentro.

E tu cosa ci hai visto? Me lo racconti?

Leave a Reply





− 5 = 1